#Chi Siamo

CONSIGLIO DIRETTIVO e STAFF L.I.B.R.

Mattia-Gomiero

MATTIA GOMIERO
Presidente
Rubano Rugby S.S.D.
presidenza@beachrugby.it
cell 347.7952160
fax 02.36215598

Obe 2015 sito6

ROBERTA GIRAUDO
Vice-Presidente
Valsugana Rugby Padova A.S.D.
femminile@beachrugby.it
cell 347.0433231
fax 02.36215598

PIPPO2

FILIPPO BUGGIO
Segretario
Lega Italiana Beach Rugby
segreteria@beachrugby.it
cell ———
fax 02.36215598

Alfa

ENRICO GOTTARDO
Consigliere
A.S.D. Padova Beach Rugby
info@beachrugby.it
cell 328.2159980
fax 02.36215598

marcotanda

MARCO TANDA
Consigliere
Union Rugby Cagliari A.S.D.
marco.tanda@tiscali.it
cell 388.9227288
fax 02.36215598

SIMONE OLLEIA
Consigliere
Terracina Rugby Club A.S.D.
marketing@beachrugby.it
cell 329.8965298
fax 02.36215598

Luca Sartor2

LUCA SARTOR
Consigliere
Montebelluna Rugby A.S.D.
lucasrt84@gmail.com
cell ———
fax 02.36215598

giancarlo_stocco4

GIANCARLO STOCCO
Consigliere
Forum Iulii Rugby F.C. A.S.D.
giancarlo.stocco@forumiulii.com
cell 348.7944462
fax 02.36215598

caterinatripetpi

CATERINA TRIPEPI
Responsabile Ufficio Stampa
Lega Italiana Beach Rugby
ufficiostampa@beachrugby.it
cell 388.9227288
fax 02.36215598

 

SOCI ASSEMBLEA L.I.B.R.

Fabio Manta 3

FABIO MANTA
Coordinatore Comitato Magna Grecia
A.S.D. Puglia Rugby F.C.
fabiomanta@hotmail.com

 


 

LA STORIA DEL BEACH RUGBY ITALIANO

Il Beach Rugby approda sulle spiagge italiane agli inizi degli anni ’90.
Divertente sia da giocare che da vedere il Beach Rugby favorisce velocemente la nascita spontanea  di tornei sui litorali di tutto il Paese che si ripetono estate dopo estate, in particolare a Jesolo, Venezia Lido, Rimini e Catania.
Il grande successo di movimento sportivo e attrazione di pubblico riscosso dai primi tornei di Beach Rugby in Italia inizia a far riflettere gli organizzatori sull’opportunità di adottare una regia sportiva unica con l’appoggio della F.I.R. – Federazione Italiana Rugby e un regolamento di gioco ufficiale. I primi a promuovere l’idea di un ‘comitato nazionale’ che coordinasse tutti i vari tornei italiani sono gli organizzatori di Lignano, Trieste e Genova


LA NASCITA DELLA LEGA ITALIANA BEACH RUGBY

Il 2 agosto 1997 in occasione di un torneo estivo a Cervia (RA) gli organizzatori dei tornei di Lignano, Trieste e Genova si riuniscono per sottoscrivere il primo regolamento di gioco ufficiale e dar vita al Comitato Italiano di Beach Rugby per iniziare a gestire l’attività rugbistica su sabbia in Italia secondo un’organizzazione di tipo sportivo avvallata dalla F.I.R..

  • Giancarlo Stocco (Lignano e Trieste)
  • Gabriele Remaggi (Genova)
  • Alberto Zabotto (Jesolo)
  • Claudio Fantini (Cervia)
  • Federico Dall’Aglio (Latina)
  • Emidio Fazzini (Porto San Giorgio)
  • Antonio Leo (Battipaglia)
  • Mario Loi (Cagliari)

Nasce così il Campionato Italiano di Beach Rugby, giocato per la prima volta nel 1998 e vinto durante il Master Finale svoltosi a Lignano dai Facoceri Roma in una partita agguerrita contro Padova Beach. Il 27 aprile 2001 il Comitato Italiano di Beach Rugby si costituisce ufficialmente in associazione sportiva senza fini di lucro sotto il nome di L.I.B.R. – Lega Italiana Beach Rugby, riconosciuta e delegata dalla F.I.R. con lo scopo di promuovere e sviluppare il Beach Rugby in Italia e titolare dei diritti sportivi di partecipazione al Campionato Italiano.


OBIETTIVI PASSATI E FUTURI

Nel corso degli anni il direttivo della L.I.B.R. è variato diverse volte in maniera anche sostanziale, ma questo non ha mai impedito alla Lega di raggiungere obiettivi davvero importanti: la formazione dei Comitati Nazionali (che hanno perfezionato l’asset organizzativo del campionato, coinvolgendo nuove regioni come Puglia e Sicilia), l’aumento delle squadre e degli atleti partecipanti (100 squadre e 1300 atleti nel 2014) e un rapporto sempre più professionale con la F.I.R. e il C.N.Ar. – Commissione Nazionale Arbitri.
Grazie alla collaborazione con il settore arbitrale è stato sviluppato dal 2007 un regolamento di gioco molto attento alle questioni disciplinari che ha permesso al Beach Rugby italiano di evolvere da ‘gioco vacanziero’ a vera e propria disciplina sportiva. Nel 2010 l’I.R.B. – International Rugby Board, organo che regolamenta il gioco del Rugby in tutto il mondo, ha ufficializzato il regolamento internazionale per il gioco del Beach Rugby, adottando praticamente quello italiano.
Il Beach Rugby internazionale parla italiano anche grazie al Torneo Internazionale di Lignano, vero e proprio mundialito per club che si gioca ogni estate nella località friulana, sviluppatosi fino a diventare meta ambita da ogni squadra di Beach Rugby italiana e straniera.
Nel 2012 a livello europeo è nata l’E.B.R.A. – European Beach Rugby Association il cui Presidente è Giancarlo Stocco fondatore della L.I.B.R. e patron del torneo di Lignano. L‘E.B.R.A. riunisce i più importanti tornei europei per club, gestendo anche una vera e propria Coppa Europa, le cui prime due finali di edizione sono state giocate a Lignano con ottimi risultati da parte dei team italiani in gara: nel 2012 il Padova Beach ha conquistato il secondo posto mentre nel 2013 I Pessimi si sono laureati Campioni d’Europa e vice campioni nel 2015.
Nel 2014 World Rugby, nell’ambito dello sviluppo del Rugby all’interno dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016, ha organizzato in Brasile un primo torneo, poi replicato nel 2015, invitando Italia, Portogallo, Argentina e Brasile. L’italia si è ben comportata, pur giocando con un regolamento diverso da quello utilizzato nel Campionato Italiano, classificandosi al 2° posto nel 2014 e al 3° nel 2015.
Ma l’obiettivo più importante per il futuro, di cui ormai si parla ufficialmente, è quello di organizzare un Campionato Europeo di Beach Rugby per Nazionali e in cui l’Italia abbia un ruolo fondamentale.